Studio clinico-sperimentale
"Correlazione tra genotipo e fenotipo nella trisomia 21 (sindrome di Down)"
Università di Bologna


Il nostro Progetto di ricerca è ispirato al pensiero scientifico del Prof. Jerome Lejeune (1926-1994),
nel tentativo di comprendere le basi biologiche della disabilità intellettiva associata alla sindrome di Down
(trisomia 21, la più comune anomalia genetica umana), al fine di essere di aiuto ai bambini che manifestano la sindrome.

Progetto - Marzo 2020



Principali risultati nel 2019


Abbiamo studiato tutti i casi di soggetti con trisomia parziale del cromosoma 21, ossia che presentano solo una parte del cromosoma in più, 

pubblicati dopo l'uscita, nel 2016, del nostro articolo sulla piccola "regione critica" del cromosoma 21 che abbiamo associato allo sviluppo della sindrome.

La importanza della "regione critica" è stata confermata in 10 nuovi casi di trisomia 21 parziale, per cui ad oggi non troviamo alcuna eccezione alla regola

secondo la quale in assenza di tre copie di questa particolare regione non vi è diagnosi di sindrome di Down.

Questo in linea con l'idea del Prof. Lejeune che sul cromosoma 21 vi siano pochi geni "colpevoli", e molti "innocenti".

L'articolo è stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Molecular Genetics and Genomic Medicine:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31237416

 

Inoltre, abbiamo continuato a studiare le alterazioni del metabolismo nella sindrome di Down. 

La alterazione del metabolismo dei "monocarboni" è stata descritta dal Prof. Lejeune come una possibile causa metabolica della disabilità intellettiva.

Una delle vie biochimiche coinvolte nel trasferimento dei gruppi monocarboniosi è il ciclo dell'acido folico, una vitamina.

Abbiamo dimostrato che le cellule con trisomia 21 rispondono in modo differente a diverse forme di acido folico,

aprendo la strada ad una valutazione più accurata del ruolo di questa via metabolica nella disabilità intellettiva.

L'articolo è stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Journal of Cellular Physiology:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30667057


Anche alcune frazioni del plasma sanguigno hanno rivelato specifiche differenze rispetto ai bambini senza il cromosoma in più,

come mostrato in un articolo pubblicato in collaborazione con l'Università di Brescia sulla rivista International Journal of Molecular Medicine:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31017260


Al fine di studiare la correlazione tra disabilità intellettiva e ciclo dell'acido folico abbiamo messo a punto un metodo originale,

che stiamo ora usando per approfondire i legami tra le particolari varianti di un enzima del ciclo, i livelli di alcuni metaboliti correlati

e la disabilità intellettiva. Il metodo è stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Molecular Genetics and Genomic Medicine:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/30868767

 
I risultati sono stati presentati anche in sette Tesi di Laurea: vogliamo ringraziare tutti i  laureandi che, insieme ad altri studenti volontari
che frequentano il Laboratorio, hanno contribuito attivamente, con competenza e con passione, alla nostra ricerca.
Chi volesse qualche dettaglio in più e volesse vedere qualche foto può andare ad una pagina web informale sul nostro gruppo di ricerca:
http://apollo11.isto.unibo.it/gruppo/

Infine, abbiamo scritto su invito il capitolo sulla genetica della sindrome di Down in un nuovo libro internazionale dedicato alla sindrome,
riepilogando il lavoro svolto dal Prof. Lejeune in merito, ed esponendo i nostri principali risultati:
https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S2211609519300016
https://books.google.it/books?id=dtitDwAAQBAJ&pg=PA1&hl=it&source=gbs_toc_r&cad=3#v=onepage&q&f=false


Dona ora! On line
*